Violenta scossa di magnitudo 7.9 con epicentro in mare in Alaska

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologica ha rilevato una violenta scossa di terremoto nella penisola dell’Alaska, che si estende per 800 km nel sud-ovest dello Stato USA e continua attraverso la Isole Aleutine, di magnitudo pari a 7.9.

Il sommovimento, con epicentro in mare, ha avuto origine ad una profondità di 10 km.

Il Servizio Geologico degli Stati Uniti (USGS) ha invece stimato la magnitudo ancora più intensa ritenendola pari a 8.2 mentre il Centro Sismico Europeo-Mediterraneo (EMSC) ha parlato di un sisma di magnitudo 8.0.

Queste le precise coordinate del sisma, avvenuto a 91 km a est da Perryville alle 22:15 ora locale (8:15 ora italiana): latitudine 55.543 e longitudine -158.066.

Data la violenza del terremoto, lo US Tsunami Warning System NOAA ha diramato l’allarme tsunami per Territorio del Pacifico degli Stati Uniti Guam e alle Isole Marianne Settentrionali. Non è noto se il sisma abbia provocato danni a cose o persone né se i cittadini lo abbiano avvertito: quella sulla costa è infatti una zona in gran parte disabitata e i primi piccolissimi centri abitati sorgono ad oltre 70-80 km dall’epicentro.

 

 

Rispondi