Veronica Lario, boccata di ossigeno: “Altri ricavi”, quanti soldi si ritrova nella cassaforte della sua società immobiliare

Boccata d’ossigeno (finanziario) per Veronica Lario, ex moglie di Silvio Berlusconi. Come riporta Italia Oggi, “dopo alcuni anni di perdita tornano in attivo i business immobiliari” della signora Miriam Bartolini (questo il suo nome all’anagrafe).

Nei giorni scorsi, scrive Andrea Giacobino, si è riunita l’assemblea dei soci della Il Poggio srl, presieduta da Paolo Costanzo. La società, interamente di proprietà della Lario, “ha chiuso il 2020 con un utile di 2,2 milioni di euro, interamente riportato a nuovo e che si confronta con un rosso di 7,5 milioni del precedente esercizio. Con ricavi da affitti per 1,1 milioni il conto economico è stato spinto da 6,5 milioni di «altri ricavi»”. Motivo? “È venuta meno, infatti alla svalutazione di pari entità che era stata appostata nel 2019 per far fronte ad alcuni lavori sul Palazzo Borromini di Segrate, di proprietà: i lavori, peraltro, si erano rilevati inadeguati e avevano creato danni alla società”.

Nel corso del 2020, ricorda sempre Giacobino su Italia Oggi, “Il Poggio ha iniziato a beneficiare della piena occupazione degli uffici di Palazzo Borromini e di parte di Palazzo Canova a Milano 2, entrambi di proprietà: l’università San Raffaele ha infatti affittato dal mese di ottobre gli spazi precedentemente sfitti e gli accordi prevedono che da quest’anno gli affitti saranno corrisposti in misura piena”.

“Con beni immobili in carico per oltre 30 milioni rappresentati dai citati Palazzo Borromini e Palazzo Canova, la società della Lario detiene l’americana Orchidea Realty Corp. e una quota del 6% della Palace Gate Mansion Ltd”, conclude Italia Oggi, sottolienando come a causa dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus la società della Lario sia stata costretta a chiedere “la sospensione del pagamento delle rate dei mutui di 23,3 milioni contratti con Banca Popolare di Sondrio (20 milioni) e Bcc di Carate Brianza (3,3 milioni)”.

 

liberoquotidiano.it

 

Rispondi