Variante Delta, “siamo tutti vaccinati”: ma è maxi-focolaio a Gallipoli. E dopo il contagio, il linciaggio: “Vergognatevi”

Allarme rosso per un focolaio a Gallipoli, dove la variante Delta del coronavirus sta mostrando tutto il suo drammatico potenziale in termini di contagiosità. Il tutto è iniziato con il caso di due giovani ragazze risultate positive, nonostante il vaccino. Ma, come detto, il focolaio si allarga.

Il tutto mentre molti altri ragazzi sfuggono al tracciamento. O, ancor peggio, così come confermano le Asl locali, nascondono la loro positività per non compromettere le loro vacanze.

Una delle ragazze è Sara M. di Roma, che come ricorda Il Messaggero in un video pubblicato su TikTok il 28 luglio mostra il divertimento dell’estate in Puglia. I locali all’aperto, la musica, le serate con gli amici. Dunque il contagio. Ma non è tutto: la ragazza pubblica anche le chat con i suoi amici. Risultato? Tutti positivi: in totale cinque.

E come se non bastasse la positività, il gruppo di ragazzi, che aveva semplicemente fatto ciò che è loro concesso fare, ora deve subire anche il “linciaggio” online. Tra i commenti in calce a quanto postato dalla ragazza, molti insulti, rimproveri, minacce. “Vi sta bene, no-vax!”, scrive un utente, scordando come fossero tutti vaccinati.

Ma come detto, sono molteplici i contagi registrati a Gallipoli nelle ultime ore: si pensi che ben cinque ristoranti sono stati costretti a chiudere in seguito ad episodi di trasmissione del coronavirus che li hanno visti come epicentro del contagio.

Rispondi