Variante Delta, il dossier: “Picco di morti in sette giorni”. Ecco le cifre: “Quarta ondata”

“Di fatto siamo entrati nella quarta ondata” di Covid. Lo annuncia la Fondazione Gimbe, che snocciola le ultime cifre. Dopo 15 settimane di calo, infatti, tornano a salire le vittime. Negli ultimi sette giorni sono stati 111 i decessi, ossia il 46 per cento in più rispetto alle 76 della settimana precedente. Incremento a livello settimanale anche dei nuovi casi (+64,8 per cento), di ricoveri con sintomi (+34,9) e di terapie intensive (+14,5). A eccezione del Molise, tutte le Regioni registrano un aumento dei contagi e in 40 Province l’incidenza supera i 50 casi per 100mila abitanti.

Nel dettaglio tre Province fanno registrare oltre 150 casi per 100mila abitanti. Il virus “circola più di quanto documentato dai nuovi casi identificati”, commenta Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, “a causa dell’insufficiente attività di testing e dalla mancata ripresa del tracciamento dei contatti, reso sempre più difficile dall’aumento dei positivi”.

Ad allarmare la variante Delta che ha incrementato i ricoveri. Il numero di posti letto occupati da pazienti Covid in area medica è passato dai 1.088 del 16 luglio ai 1.611 del 27 luglio e quello delle terapie intensive dai 151 del 14 luglio ai 189 del 27 luglio. Intanto prosegue la campagna vaccinale del generale Francesco Figliuolo. Ancora restii i 2,06 milioni di over 60 che non hanno ancora ricevuto nemmeno una dose del vaccino contro il Covid. Anche in questo caso con rilevanti differenze regionali.

liberoquotidiano.it

Rispondi