Variante Delta, a 49 anni la reinfezione: si negativizza ma muore lo stesso, corpo devastato dalla mutazione

Una premessa è d’obbligo: stavolta i no-vax non c’entrano nulla con la storia di questa donna. Barbara Bertelli, 49 anni compiuti ad agosto, è stata davvero sfortunata: il suo caso dimostra quanto sia subdolo il Covid, soprattutto nella sua variante Delta. La donna residente in una frazione del comune versiliese di Massarosa avrebbe dovuto ricevere la prima dose del vaccino a settembre, ma il virus l’ha anticipata.

In realtà lo aveva già contratto una prima volta nel corso della prima ondata del 2020: era riuscita a uscirne senza particolari problemi, dato che non era stato necessario il ricovero. Poche settimane fa, però, si è infettata di nuovo: stavolta era dovuta andare in ospedale, dove era stata ricoverata e sottoposta a tutte le cure del caso. Riuscita a negativizzarsi, sembrava averla scampata e invece gli effetti lasciati sul suo corpo dal Covid hanno fatto precipitare la situazione in maniera imprevista. È deceduta nella notte fra lunedì e martedì all’ospedale Careggi di Firenze, dove si trovava dallo scorso 9 agosto.

Stando a quanto riporta il Corriere della Sera, la donna stava lavorando in uno stabilimento balneare a Forte dei Marmi quando ha scoperto di essere positiva al Covid per la seconda volta. Non risulterebbero patologie pregresse e a quanto pare le sarebbe stato consigliato di posticipare il vaccino in quanto coperta dal fatto di essere già stata positiva: avrebbe dovuto fare la prima dose a settembre, ma gli eventi hanno preso una piega tragica quanto inaspettata.

liberoquotidiano.it

 

Rispondi