Uomo si suicida lanciandosi nel vuoto, ma si schianta contro una carrozzina e uccide un bimbo

Dopo essersi schiantato contro la carrozzina, il suicida è morto sul colpo, mentre il bambino è invece deceduto in ambulanza

In Russia è avvenuta una tragedia dai contorni oggettivamente paradossali, con un bambino di 5 mesi morto poiché un uomo, lanciatosi nel vuoto per suicidarsi, gli è “precipitato addosso”.

Proprio un anonimo suicida, che ha impattato sulla carrozzina del bimbo, ha infatti causato la drammatica morte del piccolo Ilya. L’episodio di cronaca si è verificato giovedì, nella città di Voronezh, nel sudovest del gigante slavo. L’uomo intenzionato a farla finita si sarebbe appunto improvvisamente schiantato contro il passeggino del malcapitato, mentre la madre della vittima stava tranquillamente facendo fare a Ilya una passeggiata.

In base alle ricostruzioni dell’accaduto fatte dalla polizia analizzando le telecamere di sorveglianza attive nella zona dell’incidente, la mamma del bambino stava appunto, in quegli istanti che si sarebbero rivelati tragici, camminando su un marciapiede spingendo la carrozzina con dentro il figlio Ilya. La donna non immaginava minimamente che, di lì a poco, un uomo, lanciatosi pochi secondi prima dal 17esimo piano di un palazzo nelle vicinanze con lo scopo di togliersi la vita, sarebbe precipitato a tutta velocità contro il passeggino. Nella collisione, quest’ultimo veniva ridotto in mille pezzi, con il bambino che veniva sbalzato fuori e cadeva così rovinosamente lungo la strada e con il suicida che moriva sul colpo, immerso in una pozza di sangue che cominciava a sgorgare dalla propria testa. La mamma di Ilya, rimasta immobile ad assistere a quell’imprevedibile dramma, si precipitava all’istante a recuperare il bambino rotolato in strada e a sincerarsi delle condizioni di salute dello stesso. In base sempre ai resoconti della polizia, la donna avrebbe disperatamente provato a rianimare il piccolo, invocando contemporaneamente aiuto da parte dei passanti. Sul luogo dell’incidente giungevano finalmente i soccorritori, che provavano immediatamente a salvare Ilya, ma il bimbo sarebbe purtroppo morto a bordo dell’ambulanza, mentre veniva trasportato in ospedale. Il personale sanitario, una volta accertato il decesso del bambino, somministrava dei sedativi alla madre del malcapitato, anche lei presente a bordo del veicolo di soccorso, così da provare ad attenuare lo shock subito dalla donna in quella terribile giornata. Sul luogo dello schianto, gli investigatori stanno continuando a ricostruire l’esatto svolgimento dell’accaduto e, per il momento, resta l’anonimato circa l’identità dell’uomo suicidatosi e morto sul colpo.

Rispondi