“Una cosa gravissima…”. Denise Pipitone, furia dell’avvocato Frazzitta. Silenzio rotto dopo la clamorosa svolta

Alla luce delle nuove indagini, due persone sono state indagate per sequestro di persona nell’inchiesta su Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara Del vallo, in provincia di Trapani, il primo settembre 2004. La notizia è stata data da Gianluigi Nuzzi durante la puntata di “Quarto Grado” in onda venerdì 21 maggio: “Si indaga per sequestro di persona. Al momento sono indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave, ma ci potrebbero essere nuovi indagati”.

Anna Corona è l’ex moglie di Piero Pulizzi, padre biologico di Denise Pipitone, Alice e Jessica Pulizzi, definitivamente prosciolta dall’accusa di aver rapito la sorellastra. Giuseppe Della Chiave è invece il nipote di Battista Della Chiave, il sordomuto testimone oculare (deceduto) che avrebbe visto Denise Pipitone in braccio al nipote all’interno della falegnameria dove il giorno della scomparsa della figlia di Piera Maggio partì una telefonata di Anna alla la madre, nel corso della quale avrebbe detto all’anziana signora di mettere in allerta le figlie, Jessica e Alice, perché stava succedendo qualcosa di molto grave.

Secondo quanto riportato dal conduttore della trasmissione di Rete4, la Procura di Marsala farà rianalizzare alcune intercettazioni ambientali: una avvenuta nel commissariato di polizia di Mazara del Vallo, l’altra registrata da una cimice sotto lo scooter di Jessica Pulizzi, figlia di Anna Corona e Piero Pulizzi. Dopo la bomba sganciata a Quarto Grado, Giacomo Frazzitta, avvocato di Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, è intervenuto tuonando contro la trasmissione di Rete4.

 

 

A un utente di Twitter che gli ha domandato se la trasmissione avesse chiesto il permesso di fare pubblicamente in nomi degli indagati Frazzitta ha risposto: “Non andava fatto. È gravissimo che sia stata fatta!”. Non solo, il legale di Piera Maggio ha anche retwittato alcuni tweet che criticavano Quarto Grado, Gianluigi Nuzzi e l’opinionista Carmelo Abbate. “Tutti sordi a Quarto Grado. La procura di Marsala permette che le notizie vengano passate sotto banco in TV? E Una trasmissione di cronaca nera permette che alle vittime vengano lanciate frecciatina indegne da chi fa il filo chissà perché ai colpevoli. #veritàperDenise #giustiziaperDenise”, si legge su Twitter.

 

 

 

E ancora: “Questo non è fare televisione informativa, ma è televisione trash trionfante, che vomito. Io non la guardo ma immagino che denigrano la Signora @MissingDeniseMp buttandole fango. Mi sembra come la D’Urso che usa la gente fa finto vittimismo per fare share”.

Rispondi