Tre proiettili e la lettera sullo strano giro di soldi in Vaticano: paura per Papa Francesco, tutto in una busta

Una busta con tre proiettili di pistola indirizzata a Papa Francesco è stata intercettata nel centro di smistamento postale di Peschiera Borromeo. Oltre ai tre pallini, all’interno è stato trovato anche un messaggio che fa riferimento ad alcune operazioni finanziarie in Vaticano. Tutto il contenuto della busta è stato ovviamente sequestrato dai carabinieri della compagnia di San Donato Milanese, che ora stanno indagando insieme ai colleghi del nucleo investigativo di Milano sotto la direzione del pubblico ministero di turno della Procura di Milano.

I tre proiettili rinvenuti all’interno della busta sarebbero a pallini di tipo Flobert, calibro 9 millimetri. La lettera invece è stata scritta a penna e con una grafia difficile da leggere, mentre è chiarissimo a chi è indirizzata: “Il Papa – Città del Vaticano – piazza S.Pietro in Roma”. L’allarme è stato dato nella notte tra domenica e lunedì, quanto il responsabile del centro postale di Peschiera Borromeo ha chiamato i carabinieri per avvisarli della busta trovata durante le operazioni di smistamento.

Ovviamente al momento tutte le piste investigative sono aperte. Stando a quanto trapelato finora, la lettera potrebbe essere stata spedita dalla Francia, essendo accompagnata da un francobollo d’oltralpe. Inoltre sulla busta non era riportato il mittente, mentre il nome del destinatario era scritto a penna, con la stessa grafia poco leggibile.

Rispondi