Tragedia a Casale sul Sile: Adreea Maria Cretu morta a soli 9 anni in un violento schianto

La piccola Adreea Maria Cretu è morta all’età di 9 anni dopo un violento schianto. La tragedia è accaduta lo scorso 11 agosto, nel territorio di Casale sul Sile, Lughignano.

La bimba di 9 anni si trovava a bordo di una vettura, insieme alla sorellina e altre due donne. Quest’ultime sono rimaste ferite nell’impatto, ma per lei non c’è stato nulla da fare.

Il mezzo si è scontrato contro un’altra vettura guidata da un’altra donna. Anche lei è rimasta ferita nell’incidente.

Adreea Maria Cretu morta a 9 anni

Subito dopo lo scontro, qualcosa ha innescato l’incendio di una delle due vetture. Fortunatamente, i residenti della zona si sono presto reso conto di ciò che stava accadendo e hanno aiutato le vittime dell’incidente ad uscire dall’abitacolo in fiamme. In seguito, hanno lanciato l’allarme ai soccorritori.

Sul posto sono giunti gli uomini dei Vigili del Fuoco di Treviso e gli operatori sanitari del Suem 118 con più mezzi a disposizione.

Adreea Maria Cretu morta a 9 anni

I pompieri sono intervenuti all’istante e in poco tempo sono riusciti a portare in salvo tutti feriti e a mettere in sicurezza l’intera zona. Anche gli operatori del 118 hanno fatto il possibile, ma per la piccola Adreea Maria Cretu non c’è stato nulla da fare. Hanno potuto soltanto dichiarare il suo decesso.

All’arrivo dell’ambulanza, la bimba di 9 anni era ancora viva, ma condizioni troppo gravi. I soccorritori hanno provato a rianimarla e hanno deciso di intubarla sul posto. Poi è partita la corsa all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dove è purtroppo morta.

La piccola Adreea Maria si trovava in macchina con la sua sorellina di 5 anni, la sua mamma e un’altra donna, loro parente. Era seduta insieme all’altra bambina, sul sedile posteriore. Le cause dello scontro sono ancora da accertare. Gli agenti della polizia sono intervenuti sul posto e stanno effettuando tutti i rilievi necessari, per cercare di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e stabilire le eventuali responsabilità.

Rispondi