Tokyo 2020, scandalo in Giappone: “Ma cosa fa con quella medaglia?”, sindaco si toglie mascherina e umilia la campionessa

I Giochi Olimpici di Tokyo 2020 sono finiti quasi una settimana fa, ma in Giappone ci sono stati degli strascichi che hanno fatto un certo rumore nell’opinione pubblica. In particolare è diventato un vero e proprio caso nazionale il gesto compiuto da Takashi Kawamura, sindaco della città di Nagoya: l’uomo ha accolto la giocatrice di softball Mio Goto, capace di vincere la medaglia d’oro in una disciplina che è seguitissima e molto praticata in Giappone.

Nel corso dell’incontro con la campionessa olimpica, il sindaco Kawamura ha ceduto per un attimo all’istinto e ha imitato il gesto comune a chi vince una medaglia: si è tolto la mascherina e l’ha morsa in favore dei fotografi. Apriti cielo: in Giappone non l’hanno presa affatto bene, non solo per una questione di misure sanitarie anti-Covid, e sono piovute da ogni dove critiche nei confronti del sindaco. Il quale si è subito scusato, affermando di aver agito di impulso.

Il gesto è però stato bollato come “irrisorio e poco appropriato”, tanto che sono state lanciate petizioni online contro il sindaco che hanno raccolto migliaia di sostenitori. Da qui la decisione del comitato organizzatore locale di risarcire l’atleta giapponese con una sostituzione della medaglia: ne riceverà una nuova di zecca.

liberoquotidiano.it

Rispondi