Tokyo 2020, altra impresa: Paltrinieri cancella il ricordo della mononucleosi e si prende il bronzo. Argento per Rizza

Parte nei migliori dei modi la tredicesima giornata dei Giochi Olimpici di Tokyo per l’Italia. Due medaglie, l’incredibile bronzo di Gregorio Paltrinieri nel fondo e lo splendido argento di Manfredi Rizza nella canoa, arricchiscono ancora il bottino azzurro, ora con 32 podi e diverse speranze nei giorni finali. Dopo l’argento negli 800 stile in piscina, Paltrinieri è riuscito a stupire ancora, cancellando l’ormai lontano ricordo della mononucleosi che ne ha frenato in modo la preparazione due mesi fa.

In una 10 km davvero complicata per il forcing imposto dal tedesco Florian Wellbrock, vincitore con merito in 1h48’33. Paltrinieri ha saputo resistere chiudendo terzo in 1h49’01, a due secondi dall’argento dell’ungherese Kristof Rasovszky. “Sono contento – ha dichiarato il 26enne carpigiano – è stato il massimo che potevo fare, la giusta ricompensa dopo due mesi di inferno. Ho combattuto sino in fondo, non ce l’ho fatta a superare l’ungherese, ma vado via da qui con due medaglie: sembrava un obiettivo impossibile, posso ritenermi soddisfatto. Volevo tre ori, ci riproverò”.

Stessa sorprendente impresa anche per il 30enne lombardo Rizza, che ha lottato per la vittoria fino all’ultimo centimetro chiudendo in 35”080, battuto soltanto dall’ungherese Sandor Totka (35”035), mentre il britannico Liam Healt, campione olimpico a Rio, ha chiuso sul gradino più basso del podio in 35”202. Nel mattino giapponese sono arrivate buone notizie anche dalla lotta libera: Frank Chamizo ha esordito nel torneo olimpico, categoria -74 kg, battendo 5-1 il georgiano Avtandil Kentchadze e poi ha conquistato l’accesso in semifinale.

Rispondi