Terribile incidente sulla Tangenziale Ovest di Milano, intera famiglia distrutta

È stata distrutta da un terribile incidente stradale sulla Tangenziale Ovest di Milano la famiglia di Rolando Cevallos Franco e Maria Fernanda Macas Miranda: entrambi i coniugi sono morti insieme alla loro figlia di 12 anni Melissa Ilary. Restano gravi gli altri due figli della coppia: un ragazzino di 16 anni e una bambina di 10.

La famiglia viveva a Milano e più precisamente nel quartiere Giambellino, erano una famiglia molto riservata; il consolato dell’Ecuador è stato avvisato del tragico evento ma per il momento i funzionari non sono riusciti a individuare altri familiari presenti in Italia. Anche i vicini di casa, contattati dalle forze dell’ordine, non hanno saputo indicazioni.

Il terribile incidente

Tutto è accaduto intorno alle 20 di sabato 5 dicembre sulla Tangenziale Ovest (in direzione Genova) all’altezza di Rozzano. L’esatta dinamica del sinistro è al vaglio della Polstrada, ma secondo una prima ricostruzione sembra che l’auto della famiglia (un Honda Jazz), pare dopo un tamponamento da parte di una Bmw guidata da un 41enne, sia finita in mezzo alla corsa di sorpasso dove è stata travolta da un’altra automobile, una Mercedes Classe C. L’impatto è stato violentissimo.

Sul posto sono intervenuti in codice rosso i sanitari del 118. I soccorritori non hanno potuto fare nulla per la mamma e ne hanno constatato il decesso sul posto. La ragazzina di 12 anni era stata portata al San Paolo, ma è deceduta poche ore dopo l’arrivo. Il papà, invece, trasportato in codice rosso all’ospedale Humanitas di Rozzano in condizioni disperate è spirato domenica. Anche i gli altri due figli sono tutti stati soccorsi in codice rosso. Il più grande è stato portato al Policlinico di Milano, mentre la bimba di 10 anni al Papa Giovanni di Bergamo.

Al momento sono stati richiesti gli accertamenti alcolemici e tossicologici dei conducenti, i veicoli coinvolti sono stati sottoposti a sequestro dall’autorità giudiziaria, la quale ha inoltre disposto l’autopsia dei corpi.

milanotoday.it

Rispondi