Suspence di Salvini su candidato sindaco di Milano: “Non politico vicino a volontariato”

“Ci sono tante persone, ma io una persona ce l’ho, non un politico ma uno vicino al volontariato. È il momento in cui i partiti facciano un passo indietro. Ma ne parlo prima con gli alleati e non in tv”. Così il leader della Lega Matteo Salvini sul candidato sindaco di Milano per il centrodestra alle elezioni comunali del 2021.

Mentre i partiti stanno cercando di individuare l’avversario giusto per Beppe Sala, che di recente ha annunciato la sua ricandidatura, l’ex ministro dell’Interno ha lanciato un enigmatico annuncio ai microfoni della trasmissione L’aria pulita, sul canale 7 Gold, sostenendo che ci sono “tante persone valide”, ma che a essere scelto sarà “un non politico”. Sul nome di questo potenziale candidato però Salvini non ha voluto sbilanciarsi.

La curiosità dei milanesi è più forte che mai, anche perché già la scorsa estate il centrodestra aveva affermato di avere una rosa di nomi e di voler presto arrivare a una decisione. A ottobre, poi, era emerso il nome di Paolo Veronesi, noto chirurgo dello Ieo e presidente della Fondazione Umberto Veronesi, ma lui stesso aveva poi rivelato di tenere troppo al suo lavoro, ai suoi pazienti e alla Fondazione per poter pensare di abbandonare tutto. Per il momento resta ancora un mistero chi sfiderà Sala, che si presenterà alle urne con la compagine formata da Pd, lista civica del sindaco, Azione, Più Europa e Verdi.

Rispondi