“Succederà in diretta”. Denise Pipitone, nuovo colpo di scena a Quarto Grado. L’annuncio di Gianluigi Nuzzi

Continua a tenere banco la vicenda di Denise Pipitone. Nei giorni scorsi a parlare era stato il padre Toni. Lo aveva fatto con una lunga lettera. “La scomparsa di mia figlia Denise mi ha devastato la vita, mi ha spezzato il cuore. Amavo tantissimo la mia famiglia e i miei figli. Nel 1998 per rendere più agiata la loro vita ho trovato lavoro in Toscana e sono partito perché volevo che stessero bene. Ogni mese inviavo vaglia, quasi l’intero compenso. Lavoravo tutto il giorno perché volevo solo far star bene la mia famiglia”.

 

Poi ha parlato della scomparsa più nei dettagli. Parlando di Denise Pipitone, Toni Pipitone ha aggiunto: “Nel 2002 ritornai in Sicilia per ritirarmi dalla Toscana e non andare più via. Nel 2004 scomparve Denise e mi crollò il mondo addosso. Ho perso mia figlia, tutto. Ho sopportato un dolore che non auguro a nessuno, è stato molto straziante. Non guadagnavo più, ero lacerato e disperato e mi sono sentito solo e abbandonato. Ero proprio distrutto, sono rimasto in silenzio ma mai assente in questa storia. Ho partecipato ai tre gradi di giudizio”.

 

“Il mio avvocato per 17 anni mi ha sempre rappresentato e informato dei fatti e di tutto. Ho mantenuto sempre continui contatti. Ora, grazie anche a mia moglie, sono un uomo più consapevole anche delle mie debolezze. Voglio soltanto sapere la verità”. Nel caso Denise Pipitone era finita, o meglio tornata, anche l’ex pm di Marsala Maria Angioni che ora rischia il processo. Dovrà rispondere di false dichiarazioni (quelle rilasciate ai media nelle ultime settimane, appunto).

 

È stata la Procura di Marsala, proprio quella in cui aveva lavorato, a notificarle l’avviso di conclusione delle indagini. Ma una svolta è attesa stasera. Lo ha annunciato Quarto Grado che continua a seguire il caso Denise Pipitone. “La procura di Marsala procede a nuovi interrogatori, l’ex pm Maria Angioni, finita sotto indagine per false dichiarazioni, passa al contrattacco”.

Va precisato che la trasmissione è stata diffidata qualche settimana fa, da parte di Piera Maggio, che ha chiesto esplicitamente di non parlare più del caso di Denise Pipitone. Gianluigi Nuzzi e la squadra di Quarto Grado hanno deciso di continuare a parlarne, indipendentemente dalla diffida.

 

Rispondi