Striscia la Notizia, “i vostri telefonini vi ascoltano”. La sconvolgente verità sulle pubblicità che vi bombardano

A volte capita che poco dopo aver parlato di un determinato argomento ci ritroviamo le relative pubblicità sui social o su altri siti. Come se qualcuno ci avesse ascoltato. Com’è possibile? Ce lo spiega Marco Camisani Calzolari, l’esperto di Striscia la Notizia sui segreti del web.

“Quante volte vi è capitato di parlare di qualcosa al telefono e poco dopo vi appare sui profili social vi appaiono pubblicità di quello di cui avete parlato pochi prima. Per esempio Facebook lo usa grazie alle piccole microapp che abbiamo installato. Registrano sui loro server quello che diciamo poi un sistema traduce la voce in testo scritto e questo poi viene venduto in veri e propri mercati in cui c’è qualcuno che vuole fare pubblicità ai proprio prodotti”, spiega Marco Camisani Calzolari.

Camisani Calzolari spiega però che adesso con questi metodi sanno anche quello che pensiamo le aziende pubblicitarie: “Un mercato complesso nato all’uso di machine learning che prevedono quello che vorremmo. Ma come possiamo difenderci?”. Camisani Calzolari racconta come modificare il proprio cellulare entrando nelle impostazioni della privacy per bloccare il microfono delle App che abbiamo scaricato sul nostro cellulare, cosicché le suddette applicazioni non possano ascoltare e recepire i nostri interessi e addirittura prevedere quello che noi pensiamo per poi proporcelo sotto forrma di pubblicità.

LIBEROQUOTIDIANO.IT

 

Rispondi