Selvaggia Lucarelli, confidenza privatissima: “Mi sono bucata per quattro anni”. La verità dietro quel rapporto tossico

Selvaggia Lucarelli a cuore aperto. La firma di Tpi ha svelato i momenti di debolezza emotiva, quando era dipendente emotivamente dall’ex compagno. “Mi sono bucata per quattro anni – ha raccontato nel primo dei sei podcast, rilanciati dal Corriere della Sera – ma la mia droga non era una sostanza, era una relazione”. La relazione non è stata tutta rose e fiori, tanto che la stessa Lucarelli parla di contraccolpi anche sul suo rapporto con il figlio Leon, al quale non ha dato la priorità.

“Il mio rimpianto più grande è di avere perso con mio figlio almeno tre anni – ha proseguito -, perché forse l’ultimo è stato un po’ più di guarigione. Mi sono persa tre anni di maternità felice. Non che non abbia dato priorità a mio figlio: non ho mai pensato di lasciarlo al padre e di non prendermene cura. Ma non ho dato priorità alla sua felicità. Quando sei vittima di una dipendenza la priorità è avere la dose”.

La colpa a suo dire non è solo dell’ex: “Ho avuto la mia parte di responsabilità, lui si è infilato in una serie di mie pieghe e lati irrisolti. È stato un incontro sfortunato e io ho amplificato in questa relazione tutte le mie problematiche”. Da qui la necessità di rivedere la propria vita, di fare quella che la stessa Lucarelli ha definito “psicoanalisi fai-da-te”. “Oggi non dico “meno male che è accaduto” perché il prezzo è stato altissimo. Ma se non avessi avuto uno choc emotivo così violento non avrei potuto vedere i miei limiti nella sfera sentimentale e non li avrei potuti risolvere”.

liberoquotidiano.it

Rispondi