Saman Abbas, spunta un nuovo video. Il “documento-chiave”: con chi è la 18enne pachistana sparita dopo il no alle nozze combinate

Spunta un nuovo video, che è agli atti in Procura, in cui si vede Saman Abbas, la diciottenne scomparsa da più di un mese dopo aver detto no al matrimonio combinato con un cugino in Pakistan, uscire di casa con alcuni degli indagati e non fare più ritorno. È un documento chiave, riporta Il Resto del Carlino, perché quelle sarebbero le ultime immagini in cui si vede che la ragazza è ancora viva. Gli inquirenti hanno avviato l’indagine per omicidio e occultamento di cadavere a carico di cinque persone: il padre della ragazza, la madre, lo zio e i due cugini. Solo loro vengono ripresi dalle telecamere. Loro l’avrebbero uccisa e seppellita nelle campagne dietro casa, vicino all’azienda agricola dove tutta la famiglia lavorava.

Il sospetto infatti è che Saman Abbas sia stata ammazzata dalla sua stessa famiglia perché contraria alle nozze forzate. Nel filmato si vede quindi la ragazza uscire da casa con degli uomini. Mentre in un altro video si vedono tre uomini con due pale e un secchio contenente un sacchetto azzurro e un piede di porco. Il video è girato dalle telecamere di sicurezza vicine all’abitazione della giovane e le persone riprese sarebbero lo zio e due cugini di Saman.

La ragazza aveva già denunciato i genitori e viveva in una struttura protetta, ma lo scorso 11 aprile aveva scelto di tornare dalla sua famiglia. Quando i carabinieri sono andati a cercarla per consegnarle un documento non hanno trovato nessuno e hanno appreso che i genitori erano tornati in Pakistan senza aver dato alcuna comunicazione ai datori di lavoro. In Spagna è stato fermato un suo cugino che era in fuga. Cosa hanno tutti da nascondere?

 

liberoquotidiano.it

Rispondi