Risveglio rosso sangue a Milano: 29enne sgozza la compagna e fugge col figlio. La donna è gravissima

Milano e provincia si risvegliano sotto una neve rosso sangue: durante una lite, 29enne sgozza la compagna e fugge col figlio piccolo. A Vaprio D’Adda, nei dintorni del capoluogo meneghino, il gelo e l’orrore sconcertano la comunità locale. Lì, in un lunedì che sembrerebbe come tanti, un 29enne, durante una lite con la compagna 24enne, ha impugnato un’arma da taglio e l’ha colpita alla gola. Poi, preso di peso il figlio di 18 mesi, si è dato alla fuga portando con sé il piccolo. E lasciando la donna, gravemente ferita, nel suo sangue… Ora la giovane, trasportata all’ospedale di Zingonia, è ricoverata in codice rosso: le sue condizioni sarebbero gravissime. Sul caso indagano i carabinieri.

Milano, sgozza la compagna e fugge col figlio di 18 mesi

Natale rosso sangue a Milano. Un’aggressione cruenta culminata nello sgozzamento di una donna da parte del convivente. La vittima della ferocia del compagno, ferita con un’arma da taglio alla gola, versa in condizioni critiche. Tutto accade questa mattina, lunedì 28 dicembre, intorno alle 8.40, in via Madre Baraggia a Vaprio d’Adda, comune in provincia di Milano. Un’ambulanza con a bordo i sanitari del 118 soccorre tempestivamente la donna e la conduce all’ospedale di Zingonia: dove la 24enne arriva in codice rosso. Ossia in pericolo di vita.

L’uomo, intercettato dai carabinieri e arrestato

Il suo aggressore, nel frattempo, è fuggito con il figlio della coppia, di appena 18 mesi. I militari dell’Arma, che indagano sul caso, lo rintracciano quasi subito e lo arrestano. Per fortuna, almeno il bimbo, sta bene. Ora dinamica e movente dell’efferata aggressione sono al vaglio dei carabinieri. Ai medici, invece, è affidata la difficile impresa di riuscire a salvare la giovane donna.

Rispondi