Renzo Arbore: l’annuncio poche ore fa

Renzo Arbore manifesta a Fanpage.it la volontà di fare il vaccino, spiegando come combatterebbe le reticenze dei negazionisti del Covid e dei no vax e commentando le minacce di morte contro l’infermiera Claudia Alivernini.
Ha 83 anni e, da figlio di medico, ha affrontato la prova più dura di questa pandemia, ossia quella di approfondirne cause ed effetti per comprendere a pieno i vari passaggi che hanno portato finalmente ai vaccini Pfizer e Moderna.

Una lotta alla disinformazione, sostenuta dalla capacità di ingannare il tempo con nuovi format online, tra i quali l’ultimo dal titolo “Aspettando il vaccino”, pot pourri dello spettacolo ricavato dal suo archivio e da una preziosa memoria storica, dalla quale solo grandi artisti come lui possono attingere. Lo abbiamo raggiunto nella sua casa di Roma, dove ha trascorso lockdown e quarantene tra spartiti di musica e nuove idee custodite gelosamente nel cassetto.

Tra i personaggi pro vaccino si sono già espressi anche Lino Banfi, Pippo Baudo e Iva Zanicchi. Proprio lei ha dichiarato: “La gente è un po’ frastornata, diciamoci la verità. Non sa bene cosa fare, troppe volte ci hanno detto delle cose per poi smentirle il giorno dopo”. Pensi sia stata fatta confusione?

C’è stato il parere di tantissimi esperti, fin troppa informazione. La televisione ha fatto quello che doveva fare, accogliendo il parere di scienziati e di virologi. Poi che ci siano stati pareri contrastanti fa parte della democrazia del nostro sistema di comunicazione. Nessuno è stato zittito, e questo è molto importante.

Sul mio canale RenzoArboreChannel.tv, non potendo esimermi dal fare tv pur stando a casa, ho realizzato un programma che si chiama Aspettando il vaccino. È destinato a tutti coloro che, come me, sono in lista d’attesa per il vaccino. Ogni giorno caricherò delle chicche televisive, non solo mie, e nella mia solita maniera un po’ educational cercherò di testimoniare come un anziano non deve avere paura del vaccino e può intrattenersi nell’attesa di farlo il prima possibile.

Rispondi