Presi i “Bonnie e Clyde” di Milano: in manette marito e moglie specializzati nei furti in casa

Uniti nella vita. E nel “lavoro”. Un uomo e una donna – marito e moglie, 47 anni lui e 54 lei, entrambi colombiani – sono stati arrestati venerdì mattina dalla polizia con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso dopo essere stati sorpresi mentre cercavano di rubare in un appartamento in zona Comasina, dove entrambi vivono. 

A bloccarli sono stati gli agenti del commissariato, della squadra “reati contro il patrimonio”, che stavano effettuando un servizio mirato contro i blitz nelle case. La coppia è stata notata in via Val di Bondo dai poliziotti, che a quel punto hanno deciso di tenerli d’occhio. 

Così gli agenti hanno visto la donna che restava fuori dal condominio a fare da palo, mentre lui entrava nel palazzo alla ricerca evidentemente di qualche abitazione da “visitare”. Dopo qualche minuto, però, l’uomo è uscito – a mani vuote – e i due si sono allontanati, prima di essere fermati dai poliziotti. 

Marito e moglie, a conferma dell’intuizione degli investigatori, sono stati trovati in possesso del perfetto kit del ladro: pinze, cacciaviti, guanti, cellulari e auricolari, utilizzati per comunicare a distanza durante i furti. A casa loro, invece, sono state scoperte diverse borse griffate, portafogli e orologi: il bottino, secondo gli agenti, di altri furti in appartamento. 

Foto – La refurtiva a casa della coppia

borse orologi portafogli furti casa polizia-2

Rispondi