Pavia, marocchino ubriaco dopo una lite travolge con l’auto due ragazzine e un amico: 19enne in fin di vita

Orrore puro a Pavia, il tutto nella notte tra sabato e domenica 19 luglio. Un uomo di 30 anni, marocchino, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio per aver volontariamente investito con l’auto tre giovanissimi ragazzi: una 19enne, un 17enne e un 14enne. Il tutto dopo una lite.

La più grave è la ragazza che ha 19 anni, ricoverata in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione del Policlinico San Matteo; la 17enne ha riportato diverse fratture ma non è in pericolo di vita. Il meno grave dei tre è il 14enne, valutato in codice giallo.

Secondo quanto è stato ricostruito dagli agenti di polizia, grazie anche ad alcune testimonianze, intorno alle 3.30 del mattino il nordafricano si è presentato in un locale lungo il Naviglio, nel quale però non è stato fatto entrare perché troppo ubriaco. A quel punto si accende la discussione con i tre giovani, in seguito alla quale il marocchino è salito a bordo della sua auto ferma in sosta e si è lanciato contro di loro, travolgendoli e schiacciandoli contro un altro veicolo in sosta.

A quel punto l’uomo ha provato a fuggire, ma è stato bloccato da alcuni presenti, che poi lo hanno consegnato alla polizia stradale. I tre feriti sono stati immediatamente soccorsi dagli operatori del 118 e, come detto, trasportati al San Matteo.

LIBEROQUOTIDIANO.IT

Rispondi