Papa Francesco, l’annuncio durante le udienze generali al Vaticano: la salute desta grande preoccupazione

Papa Francesco, grande preoccupazione per la sua salute. La foto che spiega tutto (le immagini a fine articolo). Papa Francesco durante la lettura del discorso ai parlamentari cattolici rimane seduto. È ancora affaticato e non in perfetta forma, in ripresa dopo l’operazione chirurgica per una stenosi diverticolare del sigma avvenuta il 4 luglio al Gemelli.

“Vorrei chiedere scusa, per non parlare in piedi, ma ancora sono nel periodo post-operatorio e devo farlo seduto. Scusatemi”, ha così esordito subito seguito da un applauso di incoraggiamento, all’udienza concessa ai parlamentari cattolici di diversi Paesi partecipanti all’incontro dell’International Catholic Legislators Network, come rivela il Giornale.

Dal 4 agosto sono riprese le udienze generali del mercoledì. Ma il Pontefice è ancora in convalescenza. “È stato un intervento serio – riferiscono dal Vaticano – in un uomo che a dicembre compirà 85 anni. Non è stato uno scherzo, ci vuole del tempo”. Ma ieri, venerdì 27 agosto, non ha mancato di lanciare un monito nei confronti dei politici.

“In un’epoca di perturbazione e polarizzazione politica, i parlamentari e i politici più in generale non sono sempre tenuti in grande stima. Questo non vi è nuovo. Tuttavia, quale chiamata più alta esiste che quella di servire il bene comune e dare priorità al benessere di tutti, prima del tornaconto personale? Il vostro obiettivo dev’ essere sempre questo, perché una buona politica è indispensabile per la fraternità universale e la pace sociale», ha detto rivolto ai parlamentari cattolici provenienti da tutto il mondo.

“Il nostro incontro avviene in un momento molto difficile – ha proseguito – in un momento critico della storia. La pandemia da Covid-19 si accanisce. Abbiamo certamente registrato progressi significativi nella creazione e nella distribuzione di vaccini efficaci, però ci rimane ancora molto lavoro da portare a termine. Ci sono stati già più di 200 milioni di casi confermati e 4 milioni di morti per questa piaga terribile, che ha causato anche tanta rovina economica e sociale. Il vostro ruolo di parlamentari è dunque più che mai importante – ha sottolineato -.

Preposti a servire il bene comune, ora siete chiamati a collaborare, attraverso la vostra azione politica, a rinnovare integralmente le vostre comunità e la società intera. Non solo per sconfiggere il virus, e nemmeno per tornare allo status quo antecedente la pandemia. No, sarebbe una sconfitta – ha precisato Francesco – ma per affrontare le cause profonde che la crisi ha rivelato e amplificato: la povertà, la disuguaglianza sociale, l’estesa disoccupazione e le mancanze di accesso all’educazione”, ha rimarcato stando sempre seduto.

 

Rispondi