“Ora dirò una cosa forte”. Denise Pipitone, Piera Maggio non si trattiene e lo dice davanti alle telecamere

La scomparsa di Denise Pipitone è ancora mistero. L’attenzione mediatica è tornata dopo il caso di Olesya Rostova Olesya Rostova, la ragazza che dalla trasmissione russa ”Lasciali parlare” ha chiesto aiuto per ritrovare la sua famiglia biologica. Un caso balzato alle cronache italiane per la forte somiglianza della 21enne con Piera Maggio, la mamma di Denise.

La giovane ha raccontato di essere stata rapita da piccola. Trovata, quando aveva appena cinque anni in una stazione in compagnia di una nomade è stata poi affidata a un orfanotrofio. Da qui la segnalazione a ‘Chi l’ha visto?’ da una telespettatrice russa da anni residente in Italia e che ha associato la storia della 21enne a quella di Denise Pipitone, scomparsa da 17 anni. Sono le 12.30 dell’1 settembre 2004 quando viene comunicato a Piera Maggio che la figlia era scomparsa e che la stavano cercando da mezz’ora, senza nessun esito. La madre della piccola, infatti, era ad un corso d’informatica e aveva lasciato la figlia a sua madre, a Mazara del Vallo, nel Trapanese.

Denise non si sarebbe mai allontanata da sola, aveva paura delle macchine e persino dei venditori ambulanti. Era piccola e indifesa. Denise, quindi, viene “sequestrata in una manciata di minuti”. Poi il nulla, il silenzio, ma la continua la speranza di poterla ritrovare viva. La madre della piccola, infatti, non ha mai perso le speranze nella ricerca della figlia. Ha lanciato numerosi appelli, ha partecipato a diverse trasmissioni televisive pur di ritrovare la figlia. 

In questi anni le segnalazioni su possibili ritrovamenti di Denise Pipitone sono state tantissime, ma non c’era mai stata una pista così importante come questa che porta in Russia, con tanto di storia analoga e foto che mostra una somiglianza davvero impressionante con Piera Maggio. Ma la verità è venuta a galla quando, durante la puntata di ‘Lasciali parlare’ andata in onda mercoledì 7 aprile l’avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, ha ricevuto la notizia del gruppo sanguigno di Olesya, che non combacia con quello di Denise Pipitone. (Continua a leggere dopo la foto)

 

 

Piera Maggio è tornata a parlare di Jessica Pulizzi e Anna Corona, rispettivamente figlia ed ex moglie del suo attuale marito. Jessica le ha fatto stalking, era solita passare da quella strada in cui è scomparsa la figlia, “quotidianamente, ogni giorno, tutti giorni”. “Jessica mi ha squartato tutte e quattro le ruote della macchina. – aveva raccontato la donna la scorsa settimana a Chi l’ha visto – C’è stato un incendio a una erboristeria di mia sorella. Ci sono state una serie di vessazioni. Quando è stata sequestrata Denise io lo dissi ai due marescialli indirizzandoli ad andare a casa di Anna Corona. Per me, nell’immediatezza, non potevano essere che loro”.

“Ora dirò una cosa forte: Anna Corona aveva un atteggiamento molto ambiguo nei miei confronti. I suoi comportamenti erano fortemente provocatori – la rabbia e il dolore di Piera Maggio, la mamma di Denise – Anna Corona era arrabbiata con me perché credeva che avessi distrutto la sua famiglia, ma il suo matrimonio era già naufragato. Non solo: credo che Anna Corona si fosse in qualche modo infatuata di me”.

Rispondi