“Nuovi eventi avversi”: le segnalazioni al vaglio dell’EMA

Nuovi eventi avversi. L’agenzia europea del farmaco Ema sta valutando altre segnalazioni sul vaccino Pfizer/BioNtech, che potrebbe avere nuovi effetti collaterali collegabili alla vaccinazione anti-Covid. Le segnalazioni – si legge sul sito – riguardano eventi osservati dopo la vaccinazione ma non automaticamente e necessariamente correlati all’iniezione.

In particolare sotto alla lente di ingrandimento ci finisce l’eritema multiforme. Il Prac ha avviato un’analisi su questa forma di reazione di ipersensibilità (allergica) con caratteristiche lesioni cutanee rotonde per stabilire se si tratta di un effetto collaterale del vaccino o meno.

In ogni caso le segnalazioni sono giunte da un numero ristretto di persone. Non solo, perché giungono all’Ema anche avvisi sulla glomerulonefrite (infiammazione dei minuscoli filtri nei reni) e la sindrome nefrosica (malattia renale che porta a perdere troppe proteine ​​nelle urine).

Anche in questo caso l’agenzia dovrà verificare se queste conseguenze possono essere effetti collaterali di Pfizer/Biontech. In questo momento – viene comunque precisato – nessun ulteriore aggiornamento alle informazioni sul prodotto è attualmente consigliato.

Intanto è di qualche giorno fa la notizia che l’Ema ha chiesto di aggiornare il bugiardino di Johnson & Johnson. All’interno infatti va inserita, tra le possibili reazioni avverse, la trombocitopenia immunitaria.

Si tratta – come spiega l’agenzia europea per il farmaco – di un disturbo del sangue causato dalla diminuzione del numero di piastrine (trombociti) che si verifica in un soggetto non affetto da altre malattie che interessano le piastrine.

Rispondi