Nata prematura di un mese da sua mamma positiva, oggi Penelope sta bene ed è finalmente a casa

Giorni, anzi settimane, di ansie e paura per una famiglia veneta residente a Murano. Tutto, però, si è concluso nel migliore dei modi e la loro storia si è diffusa rapidamente in tutto il paese. Per cercare di salvare la vita a mamma Camilla positiva al Covid, i dottori hanno fatto nascere prematuramente la piccola Penelope. Oggi, entrambe sono guarite e sono tornate a casa.

Tutto è iniziato a settembre dello scorso anno, quando Camilla Gnata e Piero Zane, una coppia di giovani sposi veneziani, hanno ricevuto la notizia più bella che si possa ricevere. Quella che ben presto sarebbero diventati genitori.

La gravidanza è andata avanti molto serenamente, fino allo scorso 14 marzo. Quel giorno, infatti, la donna si è svegliata con tosse e con forti dolori addominali. Dopo il ricovero e un tampone, la scoperta. Camilla era positiva al Covid-19 e aveva un principio di polmonite interstiziale.

Le condizioni della prossima neo mamma si sono aggravate, fino a rendere necessario il suo ricovero in terapia intensiva. Anche suo marito è risultato positivo, ma essendo asintomatico, è rimasto in isolamento domestico.

Dopo un consulto, i dottori dell’ospedale dell’Angelo di Mestre hanno preso una drastica decisione. Un parto cesareo d’urgenza nel tentativo di far nascere la piccola Penelope e, al contempo, di salvare la vita a Camilla.

La nascita della piccola Penelope

Il grande coraggio e la freddezza di tutto il team medico che si occupato di questa situazione, fortunatamente, sono stati ripagati nel migliore dei modi.

La piccola Penelope è venuta al mondo sana e salva il successivo 25 marzo, anche se le sue prime settimane non sono state affatto semplici. Infatti, hanno dovuto separarla dalla madre ancora positiva. Essendo prematura di circa un mese, hanno anche dovuto nutrirla con un sondino e aiutarla a respirare con delle macchine.

Penelope: nata prematura di un mese da una mamma positiva, torna a casa sana e salva
L’intervento ha anche permesso a mamma Camilla di riprendersi pian piano, fino alle sue dimissioni. Tornata a casa, da sola, la donna era ancora positiva.

Dopo una settimana, i dottori hanno ricoverato di nuovo la madre insieme alla bimba. Il calore umano della sua mamma ha fatto sbocciare la piccola Penelope che, in breve tempo, ha iniziato a respirare da sola e a nutrirsi dal seno.

Penelope: nata prematura di un mese da una mamma positiva, torna a casa sana e salva

Oggi è arrivata la notizia più bella di tutte. Camilla e Penelope sono entrambe guarite e sono tornate insieme, sane e salve, a casa dal papà.

I dottori che si sono occupati delle due pazienti hanno detto:

Ogni giorno lottiamo con tutti noi stessi per evitare al Covid di distruggere delle famiglie. Quando ci sono risultati come questi, siamo tutti molto felici.

Rispondi