Morto tre giorni dopo il vaccino AstraZeneca, la procura dispone l’estumulazione della salma e l’autopsia

Era morto lunedì sera dopo aver ricevuto tre giorni prima una dose del vaccino Astrazeneca. Adesso il corpo di Paolo Mattina, 63 anni, imprenditore edile di Partinico, verrà riesumato e sarà sottoposto ad autopsia per accertare se ci sia un legame tra la sua morte e la somministrazione del vaccino anglo-svedese.

Paolo Mattina venerdì scorso si era vaccinato all’ospedale di Partinico in occasione del primo open week-end dedicato agli over 60 per la somministrazione del vaccino anti-Covid. Il giorno dopo aveva accusato un malore ed era stato ricoverato al Policlinico di Palermo dove è morto lunedì in seguito ad un arresto cardiaco. Il suo caso era stato segnalato all’Aifa ma i funerali si erano svolti regolarmente il giorno seguente.

Stamattina i carabinieri si sono presentati al cimitero di Partinico per notificare l’autorizzazione della procura all’estumulazione della salma. Il corpo di Paolo Mattina verrà trasportato al Policlinico di Palermo dove, nei prossimi giorni, verrà eseguita l’autopsia.

 

PALERMO.REPUBBLICA.IT

Rispondi