Molte donne possono andare in pensione con l’INPS a 56 anni, ma sono in poche a saperlo

Possono andare in pensione anticipata a 56 anni le donne che appartengono alla categoria dei “lavoratori precoci”. Per rientrare in tale categoria bisogna aver lavorato per almeno un anno prima dei 19 anni anni di età, uno dei requisiti fondamentali per accedere al prepensionamento. Per i lavoratori precoci, non è necessario il raggiungimento dell’età pensionabile prevista dalla legge (67 anni) per accedere alla pensione.

Secondo quanto stabilito dal  Decreto legislativo 232/2016, possono andarci a qualsiasi età purchè abbiano il requisito contributivo.
Vediamo quanti anni di contributi servono alle donne per andare in pensione prima.
Il requisito che permette alle donne di andare in pensione indipendentemente dall’età è l’aver maturato 41 anni di contributi, e, come sopra citato, avere almeno un anno di contributi maturati prima del diciannovesimo anno di età.

Un’altra categoria di persone che può andare in pensione a 56 anni è quella delle donne invalide.
L’INPS riconosce il diritto all’assegno pensionistico anche a quelle donne con una percentuale riconosciuta di invalidità pari all’80% e con 20 anni di contributi versati.

Rispondi