Ministero della Salute ritira latte dai supermercati: i 12 marchi da evitare

Il ministero della Salute ha deciso di ritirare in via precauzionale dodici marchi di latte per presunta presenza di sostanze inibenti. Si definiscono tali quelle sostanze ad azione antimicrobica o batteriostatica come gli antibiotici.

Come riporta il sempre ben informato ilfattoalimentare.it, i marchi richiamati dal ministero sono Cadoro Ticonviene, Affresco Alta Levità, Blanc, Io Fvg, Latteria Cividale e Lessinia.

Oltre a questi marchi, che sono stati ritirati in un primo momento, già era scomparso precauzionalmente dagli scaffali il lotto di latte fresco pastorizzato parzialmente scremato con i marchi Bianco Friuli, Cadoro, Latte Carso, Latteria Coderno, Latte Vivo e Mungi e Bevi.

I prodotti interessati dal provvedimento sono stati distribuiti in bottiglie o cartoni in formato da un litro, mentre da 500 millilitri soltanto i marchi Latte Vivo, Lessina e Blanc, con data di scadenza 12 settembre 2021, corrispondente al lotto di produzione.

Le bottiglie di latte fresco richiamate, di tutti i marchi coinvolti, sono state prodotte dall’azienda Latte Vivo Srl nello stabilimento di via Lombardia 2 a Tavagnacco, in provincia di Udine (marchio di identificazione IT 06 34 CE).

A scopo precauzionale la raccomandazione è di non consumare il latte fresco con i marchi e la data di scadenza segnalati, bensì di restituirlo al punto vendita d’acquisto.

Rispondi