Miliardari si fingono poveri camerieri per ottenere il vaccino anti Covid: scoperti e umiliati in pubblico

Sciacalli, scoperti e puniti. Due miliardari si fingono poveri per ottenere il vaccino contro il Covid. E ora, rischiano il carcere. L’episodio è avvenuto in Canada e sta creando scalpore, vista anche la notorietà della coppia. Si tratta di Rodney e Ekaterina Baker (nella foto del Guardian): lui magnate nel settore dei un casinò ed ex presidente della Great Canadian Gaming Corporation, lei attrice.

Secondo quanto riportato dalla stampa internazionale, i due hanno noleggiato un aereo per raggiungere una remota comunità nel territorio dello Yukon, nel nordovest del Canada. Arrivati sul posto si sono spacciati per dipendenti di un motel locale per ottenere in anticipo il vaccino altrimenti destinato ai residenti più anziani e vulnerabili. Quando la truffa è venuta alla luce, la coppia è stata multata di 1.800 dollari per avere violato le misure d’emergenza dello Yukon. Anche in Italia, tra file saltate e “influenze” nascoste, non ci siamo fatti mancare i furbetti…

Baker è stato costretto a dimettersi dal casinò per il quale lavorava e il ministro dei servizi sociali dello Yukon ha notificato alla coppia un avviso di comparizione in tribunale. Se condannati, potrebbero scontare fino a 6 mesi di carcere. “Sono indignato da questo comportamento egoistico. Tutti qui nello Yukon siamo indignati”, ha detto il ministro John Streicker. “Trovo inquietante che la gente scelga di mettere a rischio i propri connazionali canadesi in questo modo”, ha aggiunto. La coppia dovrebbe comparire in tribunale il 4 maggio. Nel frattempo suoi social è partito il pubblico ludibrio contro la coppia.

 

Rispondi