Milano fuori controllo: ghanese spacca una bottiglia di vetro in testa a una ragazza per rubarle lo smartphone

Via Quarenghi, colpita alla testa con una bottiglia di vetro da un borseggiatore: arrestato. È stata prima strattonata e poi colpita in testa con una bottiglia di vetro. Tutto per la sua borsa e il suo smartphone. Questo il violento tentativo di rapina subito da una giovane donna nei giorni scorsi vicino al centro commerciale Bonola di via Quarenghi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno arrestato l’aggressore.

In manette un ghanese di 28 anni, senza fissa dimora, nullafacente, con pregiudizi di polizia. La vittima, una 29enne nigeriana, è stata aggredita dal giovane rapinatore che inizialmente voleva portarle via la borsa e in seguito – dopo averla colpita violentemente alla testa – si è impossessato del suo smartphone, per poi darsi alla fuga.

A causa di una ferita lacerocontusa alla testa la ragazza è stata trasportata in codice giallo all’ospedale San Carlo di Milano. Le immediate ricerche hanno permesso ai militari di individuare e bloccare, nelle immediate vicinanze, il rapinatore, che è stato trovato in possesso del cellulare sottratto alla ragazza. Il 28enne, dopo le formalità di rito, è stato condotto in carcere a San Vittore.

Rispondi