Meghan Markle, “ho visto i nastri dei suoi video a luci rosse, come gemeva”: la biografa reale fa scoppiare lo scandalo

Sono tante le insinuazioni fatte su Meghan Markle da quando ha sposato il principe Harry. Alcune più verosimili di altre. Tra queste c’è l’accusa secondo cui la duchessa di Sussex avrebbe preso parte a dei filmati porno in passato. A parlarne è Lady Colin Campbell, famosa per le sue biografie reali al veleno, nel suo libro “Meghan e Harry: The real story”. “Ho visto i nastri. Sappiamo che si possono falsificare, ma le somigliano proprio”, ha scritto la famosa autrice, che ha deciso di parlare dell’argomento nonostante la Markle abbia la querela facile.

Nessun membro della Famiglia reale ha mai dovuto difendersi da un’accusa così grave. Tuttavia, come la Campbell ha fatto notare, gli avvocati dei Sussex non si sono ancora fatti vivi. Una circostanza che fa sorgere qualche dubbio. “Forse la donna nei nastri è una sosia di Meghan. Forse il viso è quello di Meghan, sovrapposto al corpo di qualcun altra in un cinico esercizio commerciale – ha continuato la biografa nel suo libro -. Ad ogni modo, non c’è dubbio che una che assomiglia esattamente a Meghan sia stata penetrata con forza da un immenso pe** appartenente a uno stallone di prim’ordine, e che il personaggio di Meghan geme in un modo che ricorda le sue interpretazioni in Suits”.

L’unica differenza che la scrittrice nota tra la porno attrice e la duchessa sono i seni: “Sono fortunatamente più grandi di quelli che Meghan ci presenta al giorno d’oggi. Ciò, tuttavia, non ha scoraggiato i suoi detrattori, perché se si esaminano le fotografie scattate quando era poco più che ventenne, si osserva che i suoi seni con scollature all’americana sono molto più pieni verso le ascelle di quanto non siano oggi. Ciò suggerisce che avrebbe potuto benissimo aumentare i seni e poi ridurli una volta ottenuto un maggiore successo, come ha fatto Victoria Beckham”.

 

Rispondi