Matteo Salvini all’attacco: “Basta chiacchiere, ecco come rilanciare il Paese”. Naufraga il Conte-ter, la Lega rilancia

“Il centrodestra è compatto e ha le idee chiare: non è possibile che la sinistra perda altro tempo, le priorità sono la salute e il lavoro degli italiani, non i litigi per poltrone e ministeri. Noi abbiamo le idee chiare su quello che serve per rilanciare il Paese, da un piano vaccinale serio al taglio delle tasse, dall’apertura immediata di tutti i cantieri fermi all’utilizzo più efficace dei fondi europei, da una profonda riforma della giustizia alla pace fiscale: basta chiacchiere, si è perso già troppo tempo”. Così Matteo Salvini rilancia il programma del centrodestra alla guida del paese. Il leader della Lega anche oggi ha parlato con Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni, Giovanni Toti, Maurizio Lupi e Antonio De Poli, i leader dell’opposizione. Un appello che piove poco prima della conferma al fatto che l’accordo sul nuovo governo giallorosso è fallito: Roberto Fico, in serata, ne darà conto al Quirinale. Insomma, ora ogni gioco è aperto.

Salvini ha proseguito rilanciando anche l’idea del voto: “Se non trovano l’accordo, la soluzione più seria ed efficace per avere un governo che dà risposte a imprese e famiglie è quella di ridare la parola agli italiani ed entro aprile ci sarà un Parlamento, quindi un governo che per 5 anni lavoreranno in santa pace. Qualunque governo venga fuori dagli accordi sottobanco di Palazzo non sarà un governo in grado di salvare questo Paese”, tuona Salvini. E ora che l’accordo tra M5s, Pd e Italia Viva è saltato, le parole risuonano con forza ancora maggiore.

Infine un appello a chi presiede i due rami del Parlamento: “Chiediamo di poter votare subito in Parlamento i decreti che interessano agli italiani i rimborsi per le imprese, il blocco delle cartelle esattoriali, lo sblocco di tutti i cantieri fermi, un piano vaccinale serio, modello Lombardia. Speriamo di poter parlare già da domani di questo e di finire il teatrino Conte-Di Maio e Zingaretti”, ha rilanciato Salvini nel giorno in cui il presidente della Camera dovrà salire al Colle per dare risposta a Mattarella sull’esito del suo mandato esplorativo. Consultazioni, quelle di Fico, che continuano ad essere in stallo vista la difficoltà dell’attuale maggioranza dimissionaria a trovare un accordo sul Conte-Ter.

 

Rispondi