Mario Draghi, il patrimonio immobiliare che detiene con la moglie? Un tesoretto che va dalle ville ai poderi

Una lunga lista di beni preziosi. Mario Draghi e la moglie Maria Serenella Campello dispongono di un consistente patrimonio immobiliare sparso fra l’Umbria, Roma e il Veneto non da poco. A spiattellarlo è Il Tempo che inizia dalla proprietà principale. Quest’ultima, stando alla visura catastale aggiornata, è quella della società semplice Serena costituita a Roma nel 2011 alla quale è intestata la villa a Città della Pieve (Perugia) che occupa 24 vani, con annessi 2 magazzini.

Sempre in Umbria e nello stesso comune i due coniugi vantano, sempre tramite Serena, una trentina di terreni adibiti a bosco, pascolo, seminativo e uliveto. Il tutto per una superficie di circa 200 mila metri quadrati. Ma non è finita qui perché nella stessa cittadina la Campello possiede un magazzino e un terreno di 3 mila metri quadrati. E ancora, a Padova un’abitazione e una cappella a Noventa Padovana, e a Roma in viale Bruno Buozzi, a metà col marito, la principale abitazione dei coniugi, con due garage. L’ex presidente della Bce, oltre alla metà della casa detiene la metà di due garage e ad Anzio una casa di 7 vani con tanto di posto auto al coperto. Basta? Neanche per sogno. Draghi, in provincia di Venezia, per la precisione a Stra, vanta un terzo di una villa di 13 stanze con terreni intorno per 8 mila 500 metri quadrati. Un bel patrimonio dunque.

 

Rispondi