Lucy Dawson, tre mesi di elettrochoc. Ma avevano sbagliato diagnosi: come la hanno ridotta (e cosa fa oggi)

Credevano avesse dei problemi psichiatrici e l’hanno chiusa in una clinica, ma in realtà la diagnosi era sbagliata. Lucy Dawson a 20 anni, oggi ne ha 25, è stata ricoverata per 3 mesi nel 2016 in un reparto psichiatrico. I medici credevano avesse disturbi mentali ma in realtà soffriva di encefalite. Dopo 3 mesi di terapie, tra cui l’elettroshock, è arrivata la corretta diagnosi. Durante i mesi di terapia le sue condizioni non miglioravano anzi le crisi erano sempre più forti. Una di queste le ha comportato una caduta dal letto e una brutta ustione al nervo sciatico da allora è parzialmente disabile con difficoltà nel movimento della gamba sinistra. Dopo le dimissioni Lucy ha iniziato la riabilitazione e con il tempo è riuscita a guarire e a tornare padrona della sua vita, fino a diventare una modella di successo.

liberoquotidiano.it

 

Rispondi