Luca Bizzarri contro il M5s: “I nazisti dell’Illinois sì e Mario Draghi no?”

“Gente che ha preso i voti promettendo fan**** a tutti, poi ha governato con chiunque”: un duro attacco quello che Luca Bizzarri ha rivolto al Movimento 5 Stelle in un lungo post su Facebook. Parlando dei grillini, che hanno fatto sapere di non voler dare la fiducia a Mario Draghi, l’attore genovese li ha definiti come gente capace di governare con tutti, “dai nazisti dell’Illinois agli efficientissimi Zingaretti di Podemos Magnana, portando il Paese all’ingovernabilità e allo stallo in tre anni”. Alla fine del messaggio, poi, Bizzarri ha scritto: “Questa gente, davanti a uno col curriculum di Mario Draghi, dice ‘mmm…gnè'”.

L’attacco, che arriva dopo gli ultimi sviluppi della crisi di governo, continua così: “Gente che ha perso pezzi distribuendo transfughi in tutti i partiti presenti, ha fatto Ministro uno che pensava che i vaccini facessero venire l’autismo, ha messo Vito Crimi a decidere, ha fatto ministro uno che incespica in italiano, promosso un altro gaffeur professionista con un concetto fantasioso della geografia che ha concluso il suo percorso politico dicendo ‘abbiamo perfino lavorato’, ha dato un ruolo istituzionale a un genio che in una chat con dei giornalisti, dopo una tragedia, manda un bel vocale a tutti per dire ‘mi state rovinando il ferragosto'”.

“Gente che avrebbe dovuto far rinascere il paese e si è fatta fregare da un conferenziere amante dei costumi arabi con sedici parlamentari e i voti di alcuni selezionati parenti stretti”, ha chiuso Luca Bizzarri, riferendosi alla “tragica fine” dei grillini, buttati giù da Matteo Renzi e dal suo partito, Italia Viva.

Rispondi