Li hai trovati sollevando una pietra e potresti aver provato persino disgusto ma se hai pensato di schiacciarli non farlo!

Avete mai sentito parlare degli oniscidi? Non sono insetti, ma “crostacei”, che potreste trovare in giro per casa, magari case vecchie, dietro mattoni o sotto oggetti umidi, perché amano ambienti umidi. Non sono belli da vedere, ma non per questo meritano di essere schiacciati, non vi pare?

Gli oniscidi o onischi sono anche comunemente chiamati Porcellini di terra o porcellini di Sant’Antonio. Potrebbero sembrare degli insetti, ma in realtà sono dei crostacei che sono stati in grado di colonizzare anche ambienti terrestri. Ma non dite che sono insetti.

Appartengono a un sottordine di crostacei isopodi, che nel mondo vanta oltre 3.000 specie conosciute. Chissà quante quelle non conosciute. Vivono in ambiente umido, perché respirano attraverso le branchie che si chiamato pseudotrachea.

Si possono trovare sotto le pietre, sotto i mattoni, tra oggetti umidi o nei tronchi degli alberi. Sono animali notturni e si nutrono di materia organica morta, ma a volte apprezzano anche alcune piante, come le fragole mature o i germogli.

Gli oniscidi possono essere lunghi tra i 7 e i 19 millimetri e hanno forma ovale e convessa. Fuori hanno un forte e resistente esoscheletro grigio scuro. E lo sapete che hanno 7 paia di zampe?

Gli oniscidi sono pericolosi oppure sono innocui?
Questi animali non sono consiiderati dannosi o pericolosi. Non possono trasmettere malattie e non sono un pericolo per gli esseri umani oppure per le costruzioni.

Però sono un ottimo indicatore di un livello di umidità troppo alto, dal momento che vivono in ambienti molto umidi. Per chi ha una serra potrebbe essere un problema, visto che attacca piante giovani.

oniscidi

Se li trovate, non li pestate, anche perché la loro funzione è quella di eliminare dalla terra i metalli pesanti come il mercurio, il cadmio e il piombo. che sono estremamente dannosi per l’essere umano e per le piante.

Rispondi