L’Eredità, Massimo Cannoletta era già stato in tv. “Ora si spiegano tutti i soldi vinti con Insinna”

Il campione de L’Eredità, Massimo Cannoletta, ha fatto una rivelazione sorprendente sul suo passato in tv: aveva già partecipato al programma di Flavio Insinna su Rai1. Era il 2005 e la trasmissione era condotta da Amadeus. “Era stato solo un assaggio, ero stato subito eliminato. Ma quella breve esperienza era stata comunque sufficiente per lasciarmi la convinzione che prima o poi sarei dovuto tornare.

Ed eccomi qui”, ha raccontato il campione al Tg1. Massimo Cannoletta, 46 anni e una laurea in Scienze Politiche, è originario di Lecce, parla quattro lingue e, prima della pandemia da Covid-19, lavorava sulle navi da crociera, cosa che gli ha consentito di fare per due volte il giro del mondo. Divulgatore storico-scientifico di professione, ha battuto finora ogni record vincendo 202.500 euro in ben ventisette puntate di seguito.

In una delle ultime puntate, però, ha destato scalpore un suo gesto. Il concorrente, infatti, ha deciso di sbagliare di proposito una risposta per poter far giocare altri concorrenti, perdendo così la possibilità di vincere altri 180mila euro e cedendo la vittoria alla rivale Francesca, diventata poi campionessa.

I commenti alla notizia sono ovviamente tutti all’insegna del complottismo spinto, come da tradizione per l’Eredità. “Ora si spiegano tutti i soldi vinti”, commenta più d’uno, senza motivare per la verità la bizzarra teoria cospirativa.

liberoquotidiano.it

 

Rispondi