Lazio in zona gialla, i romani ‘invadono’ ristoranti e litorale. Confesercenti: “Stimati incassi per 5 milioni”

Traffico sull’Aurelia, la Cristoforo Colombo, la Pontina e la via del Mare in direzione del litorale

Con il Lazio in zona gialla, i romani hanno approfittato del bel tempo per “invadere” ristoranti, parchi, ville storiche, il centro e, soprattutto il mare di Ostia e Fregene. 

Una buona notizia secondo il presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio Claudio Pica cje segnala “dati impressionanti, dal centro di Roma fino al mare, la gente con il clima mite ha avvertito l’esigenza di uscire. Stimiamo per la provincia un fatturato di 5 milioni solo oggi”.

“La prima settimana di riapertura a Roma di bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie ha fatto registrare un lieve incremento di incassi. Una ripartenza positiva, incoraggiante anche per la filiera dell’agroalimentare, ma insufficiente rispetto agli standard in pieno regime e ancora molto lontana da quell’equilibrio economico che possa garantire ai ristoratori di uscire dalla crisi”, ha aggiunto Pica.  

assembramenti a ostia1-3

“In 6 giorni il food nella Capitale – spiega – ha movimentato 18 milioni di euro, con 8 locali su 10 aperti a pranzo. Ci aspettiamo quindi che venga premiato il coraggio delle imprese romane che con grande sofferenza e coraggio sono rimaste in piedi in questo anno difficile. Per questo la Fiepet-Confesercenti rinnova l’appello alle Istituzioni di valutare la riapertura serale, in sicurezza e con i dovuti controlli, per i bar e per i ristoranti fino alle 22. Una nostra proposta, su cui abbiamo già sollecitato il presidente della Regione Lazio Zingaretti affinché intervenga presso il Governo”, conclude Pica.

assembramenti a ostia1-2

Di certo oggi qualche accenno normalità c’è stato con la polizia, carabinieri e polizia locale che fin dalle 11 di oggi stanno monitorando la formazione di eventuali assembramenti, con il dispositivo delle chiusure temporanee di alcune strade più frequentate pronto a scattare in caso di necessità come vuole il ‘modello Roma’. 

Sul fronte del traffico, poi, come spiega LuceVerde ci sono state code sull’Aurelia, la Cristoforo Colombo, la Pontina e la via del Mare in direzione del litorale, ma anche verso i laghi.  

 

Rispondi