La triste lettera di una madre: se un giorno mi vedrai vecchia, abbi pazienza

La triste lettera di una madre: abbi pazienza se un giorno mi vedrai vecchia. Una madre che scrive alla figlia di amore e di vecchiaia. La triste lettera di una madre, che decide di scrivere al proprio figlio: abbi pazienza, quando un giorno sarò vecchia.

Una madre sa crescere cento figli, ma cento figli non sanno crescere una madre: una frase su cui dovremmo riflettere. I nostri genitori, un giorno, saranno anziani.
E in quel momento dovremmo ricordare tutto quello che hanno fatto per noi. Hanno dato la vita, si sono sacrificati. Di mamma ce n’è solo una: e questa triste lettera, tratta dal web, ci ha toccato le corde del cuore.

Un testo dedicato dalla mamma alla figlia, che parla dell’amore e della pazienza, che ci insegna quanto sia importante non mettere da parte la nostra madre quando sarà anziana.

Se un giorno mi vedrai vecchia, se mi sporcherò e non riuscirò a vestirmi, abbi pazienza e ricorda quanto tempo ho passato ad insegnartelo.

Se quando ti parlo ripeto sempre le stesse parole, non mi interrompere e ascoltami, quando eri piccolo ogni notte dovevo ripeterti la stessa favola per farti addormentare. Quando non vorrò farmi il bagno, non mi sgridare pensa a quando ti inseguivo e inventavo mille storie per convincerti a lavarti.

La triste lettera di una madre
Quando vedrai la mia ignoranza sulle nuove tecnologie, abbi pazienza e non fare quel sorriso ironico ma ricorda quanto ci ho messo a insegnarti a leggere!

Se per un momento non riesco a ricordare, dammi tempo e non ti innervosire perché la cosa importante non è quello che ti devo dire ma il bisogno che ho di dirtelo.
Quando le mie gambe non serviranno più, non trattarmi come un peso ma aiutami così come io ho aiutato te quando eri piccola. Quando ti dirò che ho voglia di morire non ti arrabbiare perché un giorno capirai anche tu perché lo dico.

Capirai che alla mia età non è più vivere ma sopravvivere, e si aspetta di potersi addormentare e risvegliare in un regno fatto di pace. Un giorno capirai che nonostante i miei errori, ho sempre cercato di fare il meglio per te.

Quindi se puoi, quando sarò vecchia regalami ancora un po di tempo, regalami un po’ di pazienza e dammi una spalla su cui piangere cosi come io feci con te molte volte!

Aiutami a camminare, aiutami a terminare i miei giorni in amore e pazienza, in cambio io ti darò un sorriso, l’eredità dell’immenso amore che mi legherà per sempre a te e la forza di lasciarmi andare, senza aver paura. Sono tua mamma.

Ti Amo figlia mia, e ti amerò per sempre, anche se mi ignorerai.

Rispondi