La follia di un 21enne, prende a pugni persone a caso e fugge: “Devo fare 1.800 punti”

Ha picchiato gente a caso. Ha preso a pugni persone che hanno avuto l’unica colpa di trovarsi sulla sua stessa strada. E alla fine, per fortuna, è stato fermato dagli agenti mentre cercava di andare avanti in quello che per lui era evidentemente un gioco. Un ragazzo di 21 anni, un cittadino italiano residente a Lissone, è stato denunciato mercoledì pomeriggio a Monza con le accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale dopo aver aggredito tre passanti, facendo letteralmente saltare un incisivo a uno di loro. Teatro del suo blitz è stato il ponte dei Leoni, proprio nel cuore del capoluogo brianzolo.

Alla vista degli agenti, allertati dai passanti, il 21enne si è dato alla fuga dopo aver aggredito anche i ragazzi in divisa. “Devo colpire 13 persone e guadagnare 1800 punti”, avrebbe urlato ai poliziotti in preda a un delirio. L’aggressore è stato poi fermato, riportato alla calma e accompagnato all’ospedale San Gerardo di Monza dopo essere stato convinto ad accettare di farsi ricoverare nel reparto di psichiatria.

Secondo quanto riferito da lui stesso, il giovane avrebbe assunto abbondanti dosi di cocaina – oltre 2 grammi, ha detto – e poi sarebbe uscito per picchiare le persone con il solo scopo di raggiungere dei “punti” per fare evolvere a un livello superiore una delle diverse personalità che abitano in lui, quella di “black devil”. Nel passato del ragazzo c’è un episodio praticamente identico avvenuto ad agosto scorso a Novate, nel Milanese. Anche in quel caso, completamente fuori di sé, aveva preso a pugni passanti scelti completamente a caso.

Rispondi