“La bimba nel video è lei”. Denise Pipitone, è l’ex pm a spiegare perché: “È l’unica pista da seguire”

Denise Pipitone è scomparsa a Mazara del Vallo nel 2014. E ancora non è stata ritrovata. In queste ultime settimane, però, si è tornati a parlare prepotentemente della vicenda che vede la mamma Piera Di Maggio lottare con tutte le sue forze per la verità. Secondo la pm Maria Angioni Denise potrebbe essere viva. Le dichiarazioni del magistrato hanno fatto parecchio discutere. Anche perché alle ipotesi e alle parole non sono seguiti i fatti e della piccola non ci sono ancora tracce.

 

Della difficoltà di riavviare indagini dopo tutto questo tempo trascorso è già stato detto. Nella puntata di giovedì 17 giugno di “Storie Italiane”, ospite di Eleonora Daniele c’è l’ex pm Alberto Di Pisa che ha indagato sul caso. E che oggi fa dichiarazioni scioccanti: “Arrivavano tante segnalazioni quando ero procuratore a Marsala. Persino Melluso, l’accusatore di Enzo Tortora, chiese di essere interrogato. Riferì circostanze che si rivelarono balle solenni”.

denise pm di pisa storie italiane

Il magistrato afferma che queste nuove indagini devono essere svolte con molta cautela. E dice di essere in disaccordo con la pm Angioni. Di Pisa crede ad una sola pista, quella del rapimento rom. Per lui la bimba del video di Felice Grieco è proprio Denise Pipitone: “Ci sono vari elementi che lo confermano, prima di tutto ha un accento tipico di Mazara del Vallo e poi Denise aveva sulla guancia sinistra una cicatrice che c’è anche nella foto della guardia giurata”.

denise pm di pisa storie italiane

“Ci sono elementi – dice ancora il pm Alberto Di Pisa – che mi fanno pensare che la bimba sia Denise che sia stata affidata ai Rom dopo il rapimento, il resto sono chiacchiere. E poi dichiara: “In questa vicenda due sono le cose certe: nasce in un ambiente familiare, e che il rapimento è stato dato dal rancore verso la Maggio considerata responsabile di aver distrutto la famiglia”. Di Pisa è poi intervenuto sull’ipotesi avanzata da Piera che Anna Corona ce l’avesse con lei per aver rifiutato delle avance.

denise pm di pisa storie italiane

“A me – le parole dell’ex pm Alberto Di Pisa – non risultano queste dichiarazioni, non ricordo di averne letto”. Poi il magistrato fa una confessione: “Nel corso del mio mandato ammetto delle leggerezze”. Infine parla della testimonianza di Battista Della Chiave, il sordomuto che ha raccontato di aver visto Denise: “Non è attendibile, non può aver visto ciò che è successo a distanza da dove si trovava lui in quel momento. In più ci sono state diverse incongruenze nelle sue dichiarazioni e il riconoscimento della bambina è avvenuto soltanto attraverso una foto”.

 

Rispondi