Istituita d’urgenza la Zona Rossa fino al 17 agosto: firmata l’ordinanza

La «crescita esponenziale» dei contagi ha indotto il presidente reggente della giunta regionale Nino Spirlì a ordinare l’istituzione della zona rossa ad Africo fino al 17 agosto. Lo consigliano i dati trasmessi dall’Asp di Reggio Calabria il 6 agosto:

nel territorio comunale vi sarebbe una elevata incidenza, «con 52 casi confermati attivi dei quali il 92% registratisi negli ultimi 6 giorni, su una popolazione di circa 3300 abitanti».

L’ordinanza firmata da Spirlì ricorda anche che «nella Regione Calabria, negli ultimi quattordici giorni i valori di incidenza per 100.000 abitanti sono più che raddoppiati, raggiungendo quota 46 con trend in ulteriore ascesa ed è in risalita anche il tasso di positività».

Dati preoccupanti sui contagi (ma le ospedalizzazioni si mantengono piuttosto stabili), ai quali si sommano le evidenze sulla «circolazione della variante cosiddetta “Delta”, stimata nel territorio regionale con una prevalenza dell’83%…

in progressione sull’intero territorio nazionale e la campagna vaccinale ancora non completa». Fatti che «impongono di mantenere alto il livello di attenzione, sia per contenere la risalita della curva dei contagi, che

per il possibile aumento del grado di saturazione nel numero di posti letto occupati in Area Medica e Terapia Intensiva dell’intera Regione, da cui si può determinare la possibile collocazione in una fascia di rischio più elevata e l’adozione di restrizioni da parte del governo centrale».

Rispondi