Io l’ho picchiato piano, lei lo ha ucciso,Bimbo ucciso dal padre è la madre

Io l’ho picchiato piano, lei lo ha ucciso,Bimbo ucciso dal padre è la madre

Io l’ho picchiato ma non forte, l’ho morsicato ma non forte. Mi sono preso la colpa per lei, che quella notte lo ha picchiato e gli ha dato un pugno sull’occhio e gli ha spento le sigarette sul corpo”. E’ l’agghiacciante deposizione del 26enne Alija Hrustic, alla Corte d’Assise di Milano dove è imputato per l’omicidio di Mehmed il bimbo di due anni morto a maggio 2019. Hrustic accusa dell’omicidio la moglie che nel processo è parte civil

Era la sua mamma che lo picchiava e lo trattava male. Io l’ho picchiato piano, mi sono preso io tutta la colpa, ma l’ha picchiato mia moglie. Mi sono preso io la colpa per mia moglie”. Si è difeso cosi davanti ai giudici della Corte d’Assise di Milano Alija Hrustic, il padre del piccolo Mehmed, il bambino di 2 anni ucciso a calci e pugni nella notte tra il 21 e il 22 maggio 2019 nella casa di famiglia, in via Ricciardelli a Milano. Sul corpo del piccolo, come è stato ricordato in aula dal pm, “c’erano lividi ovunque e 51 segni di lesioni”, tra cui una frattura letale alla scatola cranica.

Rispondi