Il Parlamentare, l’amante e le notti di fuoco: “Ma ora, le telecamere…”, l’onorevole che rischia grossissimo

Una bomba di gossip, scagliata dal Tempo, rigorosamente anonima ma non per questo meno clamorosa. Si parla di un onorevole e della sua amante, che frequenta quando il parlamentare frequenta Roma. Peccato che il coprifuoco abbia complicato il piano: non può raggiungerla senza infrangere la legge al limite del Grande Raccordo Anulare, con tanto di auto blu, magari con la scusa di una riunione riservata che terminava alle 3 del mattino.

Meglio non rischiare, anche perché lui “non vuole dare nell’occhio”, mentre lei, scrive sempre Il Tempo, “vanta una esuberanza non comune”. Ma l’onorevole ha trovato una soluzione: “Appena ha saputo che nel suo condominio si è liberato un appartamentino all’ultimo piano, ha fatto arrivare la sua compagna romana.

Lei utilizza quegli spazi solo durante le presenze settimanali del suo intimo amico, che dimora a un piano più basso”. Ma i problemi non sono finiti: “Pare che l’onorevole sia alquanto rumoroso a letto, e proprio quando si riposano”. Una faccenda che è arrivata alla conoscenza dell’amministratore di condominio, a cui è stato proposto di staccare l’ascensore dalle 22 alle 5, con la scusa del coprifuoco (era lui a raggiungere lei al piano superiore). E ancora: è stato proposto di installare delle telecamere ad ogni piano per evitare furti nelle abitazioni. E l’onorevole, ora, trema…

liberoquotidiano.it

Rispondi