Il Congresso brucia e un manifestante caccia bruscamente Di Bella in diretta: “Basta con le fake news”

Sullo sfondo Capitol Hill brucia, in primo piano si vede un manifestante che caccia Antonio Di Bella bruscamente, al  grido di «Basta fake news. Vi odiano tutti». Il contrasto tra la scena della sede del Congresso americano, messa a ferro e fuoco dai sostenitori pro-Trump. E il dietro le quinte, con l’Inviato di Rai 3 negli Stati Uniti, in collegamento con Raitre, che se la deve vedere col sostenitore pro-Trump che lo aggredisce, è immortalato in video che sta facendo il giro del web. Raccogliendo commenti di vario genere…

Capitol Hill, manifestante caccia Di Bella

Un episodio registrato a favore di telecamera in quei drammatici momenti, che ha sottolineato il risentimento americano per la campagna dei media ordita spesso e volentieri contro il presidente uscente. Un fatto che molti utenti stanno commentando anche con l’intento – che non condividiamo – di irridere sulla vicenda del giornalista di Rai News, aggredito nell’esercizio delle sue funzioni. Tutti reputiamo esecrabile e intollerabile qualunque forma di aggressività e di censura, specie se indotta con la violenza. Ma la vicenda, incastonata nella drammaticità della situazione, ha sollevato la curiosità di molti sui social. Dove la sequenza dell’incursione e della cacciata, registrata e rilanciata in un breve video, (che riportiamo in calce da Twitter), sta facendo il giro del web. Suscitando clamore e commenti social. E tra indignazione e contrarietà, c’è anche chi archivia l’accaduto nella serie “disturbatori” tv in azione.

Il sostenitore di Trump se la prende col giornalista

Quel contrasto, tra il coupe de theatre improvvisato dall’aggressore del giornalista, e la gravità della situazione che Di Bella stava commentando – indugiando sugli errori in rosso commessi da Trump e su quelle che a sua detta potrebbero essere le responsabilità del tycoon sull’assalto a Capitol Hill – spiazza. Sconcerta. Incuriosisce. Il manifestante appare all’improvviso. Sbuca dal buio, mentre sullo sfondo divampa la protesta. E con fare minaccioso e ditino inquisitore, da dietro la mascherina urla all’inviato: «Andatevene via, questa è casa nostra. Le vostre sono solo fake news». Un messaggio espresso con veemenza che ha messo in allarme il giornalista che, intimidito dal manifestante, si rende immediatamente conto che non potrà portare avanti il collegamento, di fatto interrotto.

«Basta fake news. Vi odiano tutti»

E così, fogli e microfoni alla mano, allertato operatore, Di Bella si allontana. Tira una brutta aria. Del resto, sullo sfondo Capitol Hill brucia. E nel giorno in cui le due camere sono chiamate a ratificare la vittoria elettorale di Joe Biden. C’è poco da indugiare, poco da mettersi a discutere. Meglio levare le tende. E così il giornalista, direttore di Rai News 24 fino a pochi mesi fa, prova a mantenere la calma e si allontana: il dissidente americano, decisamente su di giri, rivolto alla telecamere ha appena sentenziato: «Vi odiano tutti».

Sotto, il video dell’aggressione ad Antonio Di Bella da Twitter.

 

Rispondi