“I carabinieri sapevano che era casa mia”. Denise Pipitone, gli ‘errori’ nella prima perquisizione, ora parla la vicina di Anna Corona

Martedì 11 maggio si è chiusa definitivamente la pista della ragazza segnalata ai carabinieri di Cosenza da due parrucchiere. La giovane, 19 anni, non è Denise Pipitone e la conferma è arrivata dalla giovane – che si chiama Denise – direttamente ai microfoni della trasmissione ‘Chi l’ha visto’. Nel pomeriggio la 19enne è stata intervistata anche dall’inviato di Pomeriggio 5, dove è stato mostrato anche il certificato di nascita che conferma la sua identità.

“Non perdere la speranza di cercare tua figlia, – ha detto Denise alle telecamere della trasmissione condotta da Barbara D’Urso – ovviamente una madre è sempre alla ricerca. Se fossi stata io a braccia aperte sarei corsa da lei. Mi spiace, non sono io”. L’attenzione mediatica sul caso della bimba scomparsa da Mazara del Vallo il 1 settembre 2004 non si spegne anche domani, mercoledì 12 maggio, Chi l’ha visto tornerà a parlare di Denise Pipitone. La scorsa settimana la trasmissione condotta da Federica Sciarelli si è occupata della perquisizione dei carabinieri del Ris nell’appartamento in via Pirandello a Mazara Del Vallo, quello in cui all’epoca della scomparsa di Denise Pipitone abitava Anna Corona, ex moglie di Pietro Pulizzi, padre biologico della piccola e le figlie Jessica e Alice Pulizzi.

Denise Pipitone,  parla la vicina di Anna Corona

Nel 2004 il sopralluogo non avvenne nella casa della Corona, ma in quella della vicina di casa e dopo la segnalazione, arrivata nell’aprile del 2021, che parlava di lavori di muratura avvenuti proprio dopo la scomparsa di Denise, i carabinieri sono tornati nell’appartamento in via Pirandello ma senza trovare niente. Mercoledì Chi l’ha visto? le telecamere di “Chi l’ha visto?” entreranno nel palazzo dove abitava Anna Corona, raccogliendo la testimonianza della vicina di casa.

“Gli uomini delle forze dell’ordine sono entrati nell’androne che era aperto, è sopraggiunta Anna Corona, poi si sono girati e mi hanno chiesto se potevano accomodarsi a casa mia. Io stavo al piano terra e Anna Corona al secondo piano. Loro sapevano che era casa mia perché hanno anche commentato le foto dei miei parenti appese al muro”, ha rivelato la vicina di casa.

Se le parole della vicina di casa di Anna Corona corrisponderebbero al vero, questo sarebbe un altro ‘errore’ che confermerebbe i buchi nelle indagini fatte dalle forze dell’ordine dopo la scomparsa della figlia di Piera Maggio e Piero Pulizzi. La trasmissione, condotta da Federica Sciarelli, mostrerà anche alcuni documenti inediti su Denise Pipitone.

Rispondi