Gratta e Vinci, muratore vince 3 milioni in 20 giorni: “Ha già la villa”, l’indiscrezione in paese che cambia il quadro

Il Corriere della Sera ha pubblicato un report da Monzambano, in provincia di Mantova, dove viveva il piastrellista brasiliano che ha vinto tre milioni di euro con due Gratta e Vinci nell’arco di un solo mese. “Qualcuno a Monzambano parla già di una villa sul Garda”, si legge sul Corsera, che ha raccolto delle testimonianze secondo cui l’uomo non si vede più in paese da un po’ di tempo. Difficile però che si sia già potuto permettere una villetta, dato che soltanto ieri – sabato primo maggio – la magistratura si è arresa all’evidenza che l’uomo è stato solo fortunato a vincere quei milioni.

“Niente da fare – ha certificato il colonnello Vittorio Francavilla – la fortuna esiste, non c’è nulla che possa far credere che qualcuno alla Lottomatica di Roma abbia spiato il tagliando vincente, lo abbia seguito per mezza Italia e infine sia andato a prenderselo in qualche lontana tabaccheria. Troppe le complicità. Abbiamo scavato, analizzato, verificato tutte le possibilità: non ce n’è una che possa far pensare alla frode”. Insomma, la vincita di 3 milioni di euro del piastrellista brasiliano è legittima.

L’uomo aveva vinto il primo milione lo scorso 4 febbraio, quando aveva poi mandato un bonifico da 60mila euro in Brasile per permettere a moglie e figlia di raggiungerlo in Italia. Inoltre aveva lasciato l’appartamento che aveva in affitto a Broglie, dopodiché è sparito. Il secondo biglietto vincente era invece stato grattato il 24 febbraio, stavolta da due milioni di euro: escluse le tasse fanno 2 milioni e 400mila netti. Sicuramente i suoi giorni da piastrellista sono finiti.

 

Rispondi