Follia in Stazione Termini: tunisino tenta di stuprare una donna e prende a calci in testa chi la difende

Sempre peggio nella zona della Stazione Termini a Roma. In poche ore aggressioni e addirittura un tentativo di violenza sessuale. La tensione resta alta, nonostante i controlli delle forze dell’ordine la situazione continua a sfuggire di mano. Si fa luce in questi giorni su un episodio gravissimo. Un immigrato tunisino ha provato a violentare una donna e ha picchiato un uomo che stava tentando di proteggerla.

Stazione Termini, la violenta aggressione

La vittima è stata aggredita mentre era in cerca di un giaciglio per trascorrere la notte. L’immigrato, dopo aver avvicinato la donna, ha provato a sfilarle i pantaloni e poi a stuprarla. Un cittadino marocchino ha visto la scena e ha provato a difenderla. Ma per questo è diventato un bersaglio da colpire. Il 45enne tunisino, infatti, ha iniziato a sferrare calci in testa. L’ultimo, il più violento, quando  ha provato a rialzarsi in piedi. Il tutto a Piazza dei Cinquecento, nei pressi della Stazione Termini.

Le indagini per risalire al colpevole

Gli agenti del commissariato Viminale hanno avviato subito le indagini per risalire all’identità del responsabile della tentata violenza sessuale. Non hanno avuto riscontro dalla ricognizione fotografica a cui è stata sottoposta la donna. Allora hanno acquisito le immagini  delle telecamere di videosorveglianza presenti a Piazza dei Cinquecento.

Individuato l’immigrato 45enne

In questo modo hanno ricostruito in maniera più precisa gli accadimenti. E hanno individuato le caratteristiche fisiche e i capi d’abbigliamento indossati dal 45enne. Così gli agenti hanno poi potuto rintracciarlo sempre nei pressi della Stazione Termini.

Rispondi