Flavio Briatore commenta il reddito di cittadinanza: “Se diamo 700 euro al mese, conviene stare a casa”

Al centro del dibattito pubblico degli ultimi giorni vi sono sia il reddito di cittadinanza sia il rifiuto di molti giovani di accettare lavori stagionali. L’argomento è stato affrontato nell’ultima puntata di Quarta Repubblica su Rete 4, dove fra gli ospiti in studio era presente anche Flavio Briatore.

A tal proposito, il noto imprenditore piemontese ha voluto dire esplicitamente la sua, precisando che “se non diamo ai giovani la possibilità di fare challenge, ma di stare a casa prendendo 600-700 euro, conviene stare a casa”.

Briatore e Morelli criticano il governo
A esprimersi sulla questione è poi intervenuto anche lo psichiatra Raffaele Morelli, che ha sottolineato come secondo lui la politica non abbia fatto nulla per i giovani.

“Nella vita la cosa più importante è il lavoro, i nostri giovani temono la fatica, il giudizio e l’autorità”: insomma, anche per lui una bocciatura totale del reddito di cittadinanza.

 

 

 

 

Continuando a commentare il lavoro stagionale, Briatore ha infine ricordato che all’iniziale notizia del coprifuoco durevole fino al 31 luglio, molti hanno deciso di andare a lavorare all’estero, riducendo in tal modo la platea di possibili collaboratori stagionali nel nostro Paese.

 

Rispondi