Figliuolo conferma l’arrivo di 3 milioni di dosi di vaccino

Mentre il governo mette a punto le misure da adottare durante le vacanze pasquali per contenere i contagi, la campagna vaccinale prosegue e il commissario Figliuolo assicura: arriveranno altri 3 milioni di dosi di vaccini.

Figliuolo conferma arrivo 3mln dosi

“Il piano vaccinale non deve cambiare ogni due settimane: le Regioni hanno la programmazione bimensile delle aziende più grandi. Di Pfizer e AstraZeneca sanno già cosa arriva fino a fine aprile. Di Pfizer sanno addirittura le date”. Così Francesco Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, ha annunciato l’arrivo di ulteriori dosi di vaccino. Entro fine mese, come conferma il generale, arriveranno circa tre milioni di dosi. “[queste dosi, ndr] Ci porteranno a un totale da inizio campagna di 14 milioni e 170.000 dosi, rispetto allo stimato iniziale di 15,6 milioni, ma che è di più rispetto ai cali che inizialmente avevano paventato le aziende.

E di questo ritengo si debba dare atto all’intervento del nostro primo ministro” ha affermato il commissario straordinario. “È chiaro che le aziende produttrici, che si stanno allineando, non lavorano con scorte ma mettono sul mercato tutto ciò che producono -spiega Figliuolo-. Hanno difficoltà oggettive a dare un calendario che abbia un orizzonte superiore alle due settimane. Anche perché una volta infialati i vaccini hanno più di 180 controlli e se uno non va a buon fine, tutto il lotto viene fermato.

Nelle ultime settimane, non abbiamo avuto alcun ritardo di questo tipo”.

Figliuolo: “Regioni raggiungano i numeri”

Sul tema del coinvolgimento della sanità privata nella campagna vaccinale Figliuolo ha voluto dire la sua: “Le Regioni hanno i loro modelli, a me interessa che raggiungano i numeri e per raggiungere i numeri sono disposto a qualsiasi cosa che rientri nella legalità“. E, a tal proposito, il generale Figliuolo si recherà in Lombardia, come riferito da Guido Bertolaso. “Verranno a vedere che cosa stiamo facendo -ha affermato-. Verranno a vedere i nostri programmi, faremo il punto sulla situazione e non nasconderemo loro i problemi che abbiamo avuto e stiamo affrontando e risolvendo”.

Rispondi